Manutenzione-ascensore-veneto-MA.RI.VE

Manutenzione ascensore: perché è importante farla e che cosa comporta

Manutenzione ascensore: perché è importante farla e che cosa comporta

 

La manutenzione ordinaria dell’ascensore è un’attività necessaria, se si vuole mantenere l’impianto sempre performante e ti spieghiamo perché.

Gli appuntamenti periodici che devono essere rispettati, permettono di valutare al meglio le condizioni dell’impianto, di preservare il corretto funzionamento dei vari componenti e di garantire la sicurezza e la funzionalità dell’impianto.

Tuttavia, oltre a questi fondamentali appuntamenti, è importante anche sottoporre l’impianto ad un check-up generale, soprattutto se si sospetta la presenza di un guasto o di un malfunzionamento.

Per tale ragione, spesso, quando sopraggiunge il momento di fare un controllo periodico, la tentazione è quella di posticiparlo. La domanda che ci si pone è: “È davvero necessario farlo? Tanto l’ascensore funziona!” Durante la manutenzione, fare il check-up consente di svelare quei problemi che potrebbero portare a dei fermi impianto e a minare la sicurezza dello stesso.

Un’altra cosa che potrebbe balenare è quella di affidarsi a tecnici improvvisati, così da risparmiare. In questo modo, però, il rischio di andare in contro a situazioni spiacevoli è piuttosto alto. Inoltre, è importante, in caso di necessità, non acquistare pezzi di ricambio di scarsa qualità, destinati a rompersi facilmente.

 

I vantaggi garantiti da una corretta manutenzione dell’impianto

Di fatto, a lungo andare, la puntualità nei controlli è una scelta che appaga. Infatti, durante le operazioni di manutenzione può emergere il malfunzionamento di qualche componente che, se sostituito in maniera tempestiva e con una spesa non invasiva, consente di evitare danni ingenti in un prossimo futuro.

 

In generale, quindi, una regolare e corretta manutenzione consente di tenere alti i livelli di sicurezza, comfort ed efficienza. Inoltre, aumenta il ciclo di vita dell’impianto e permette di risparmiare, in quanto se tenuto in maniera ottimale consuma meno e dura di più.

 

I controlli periodici da effettuare per mantenere efficiente il tuo impianto

Tendenzialmente, è bene effettuare le manutenzioni previste, ma anche tenere monitorati alcuni componenti che, a causa dell’usura, possono essere soggetti a rotture o a malfunzionamenti. Come per esempio il funzionamento delle porte: se sono automatiche, osservare se si aprono/chiudono in modo lineare (se traballano è segno che i pattini sono consumati e si è creato un lasco eccessivo all’interno della corsia); se sono manuali, ascoltare se ci sono cigolii sui cardini oppure se tende a toccare il pavimento in apertura/chiusura (denota la necessità di sostituire il cuscinetto o di spessorare i cardini).

 

Di norma, durante un controllo, sarebbe opportuno che venissero esaminati i componenti che assicurano la sicurezza delle persone, ma quelli che necessitano un occhio di riguardo sono i componenti sottoposti a maggiore stress meccanico, come le funi di trazione e gli attacchi delle funi, la puleggia dell’argano, la guarnizione del pistone, e i pattini dell’arcata.

 

Un componente importante da non trascurare è il limitatore di velocità e la sua fune, che evitano all’impianto di prendere velocità e in caso di rottura delle funi bloccano l’impianto e impedisce alla cabina di precipitare o di prender velocità in salita.

Tutti i contatti elettrici vanno controllati perché sono quelli che garantiscono il funzionamento delle sicurezze dell’impianto ed evitano i blocchi.

Queste sono variabili che possono compromettere le prestazioni e la sicurezza dell’impianto.

Dunque, è importante effettuare i check-up necessari, sostituendo i componenti obsoleti oppure usurati perché il rischio è quello di dover versare successivamente cifre più elevate per rimediare ai danni dovuti all’incuria dell’impianto.

 

 

Comments are closed.